Evangelizzazione   7 comments

Amici miei, non avrei mai creduto di esserne in grado ed è stata

una bellissima esperienza, l’inizio di una esperienza che

durerà ben due anni! Ma se il buongiorno si vede dal mattino,

allora ne sono davvero felice. Volete sapere le mie sensazioni?

All’inizio temevo solo di non riuscire a contattare le persone:

oggigiorno è difficile e pericoloso aprire la porta ad estranei,

 lo capisco, ma evidentemente il modo di proporsi

(guidati dallo Spirito Santo!) ha avuto la meglio.

Porte che si sono aperte, gente non praticante che ti sta ad

ascoltare in grande serenità e che pian piano apre il suo cuore

 e ti tratta come un ospite di riguardo. Alla fine ci si lascia

augurando pace e serenità, col sorriso sulle labbra e

gli occhi miti e grati, mentre prima erano acuti e ansiosi.

Non occorrono grandi parole, solo far sentire vivo e presente

questo Padre che ci, li ama infinitamente. Far capire che la fede

non è una bacchetta magica contro la sofferenza della vita e che

tutti possono avere questo dono, basta desiderarlo intimamente.

 Un’esperienza bellissima perchè ti fa sentire uno strumento

nelle mani del Signore e io mi sento davvero onorata di questo!

Entri nell’intimità delle case e trovi ove sofferenza

(una signora anziana e depressa per aver perso anni fa in

un incidente il marito, la figlia e 2 nipotini!!!)

ove preoccupazioni solo per tutto ciò che è materiale nella vita

e sono queste le persone che alla fine ti sono più grate della

visita: ti baciano anche! C’è un gran bisogno in questo mondo

di parlare di Dio che è vera speranza….ma non c’è nessuno

che ne parla, anche in famiglia si parla di tutto, ma parlare

di Dio, di fede è TABU’….come se si esorcizzasse il momento

dell’incontro col Signore. Ho imparato a mie spese

(ma molto volentieri) che aver fede e testimoniarlo è aver

coraggio, pensare prima a Dio e poi agli uomini. Dio mi innalza,

spesso gli uomini ti deprezzano, ma sono costoro i più deboli

di fronte alla vita. In una casa ho incontrato 3 generazioni:

nonna, mamma e nipote di 13 anni. Mi conoscevano come

personaggio pubblico perchè da anni mi seguono nelle

trasmissioni, e non avrebbero mai pensato di vedermi

a casa loro sotto una veste così diversa: la cosa mi ha

riempito di allegria e ho veramente donato loro tutto quello

che potevo dare. Naturalmente c’è stato anche chi mi ha

detto di essere troppo occupato al momento o di essere

influenzato o di stare sotto la doccia….Ma nessuna risposta

sgarbata che comunque avevo messo in conto!

(A Gesù altro che rispostacce, l’hanno crocifisso!!!)

Ora non mi preoccupo più di quello che dovrò dire le

prossime settimane: so che quando si apre una porta

là c’è già Gesù. Il messaggio che vorrei riuscire a portare è

che non basta credere nell’esistenza di Dio, occorre sentire

dentro di noi il suo amore (come l’amore di una familiare a noi

caro) e solo allora ci sarà una svolta positiva nella nostra vita.

Credere in Dio è una cosa, amarlo è un’altra.

Comunque a tutti dico "Animo", se mi sono convertita io,

potete convertirvi tutti! ahhahah. Voglio augurare 

anche a voi che leggete tanta pace e serenità nelle vostre case!

 

Pubblicato 7 febbraio 2009 da amarcordrimini in Senza categoria

7 risposte a “Evangelizzazione

Iscriviti ai commenti con RSS .

  1. grazie di cuore.Sono contento di questa tua esperienza, credo che vogliatanto fede, perchè le domande che ti trovi di fronte, sonospesso molto difficili, e trovare risposte non è semplice.Poi credo che ci voglia molta determinazione e anche unpizzico di coraggio.Ti auguro una buona serata e una serena domenica, con amicizia, Vito

  2. Che bello Paolaaaaaaaaaaaa!!!!Sono felice, felice, felice per questa tua esperienza riuscita. C\’è tanta gente che se ne infischia ma anche tanta che ha desiderio di Dio e del conforto che proviene dalla fede in Lui. Oggi hai sparso semi, speriamo in frutti copiosi. Un abbraccio. Lucia

  3. una bellissima esperienza ,qualche annetto fa lo fatta ankio,nella tappa della tradizioall\’inizio ero presa di timore perchè mi avevano assegnato la zona dove io ho vissuto nei miei primi 18 anni ….ad essere sincera nn avevo il coraggio ti portare lieto annunzio a persone che mi conoscevano,ma i miei catechistimi hanno incoraggiato,mi avevano detto anke x Gesù andò a predicare nella sua città…ma lo SPIRITO SANTO ha messo nella mia bocca le parole giuste e di questo lodo e benedico il Signore…un abbraccio e buona evangelizzazioneun bacio sorellinatvb by Katia

  4. Ciao Paola! Grazie per aver condiviso con noi questa tua esperienza. Sono contento per te.Tutti hanno nel cuore il desiderio di Dio, quindi tu affidati a Lui e vedrai che riuscirai a toccare le corde giuste. Questa esperienza farà bene anche a voi che state portando avanti questa iniziativa. Ti ricordo nella preghiera.

  5. Ciao Paola, Ti sto seguendo nellla tua esperienza di Evangelizzazione. E\’ un dono avere la possibilità di porsi in ascolto dell\’altro, poter testimoniare nella semplicità e nell\’accoglienza la propria esperienza di fede. E\’ un dono che ci coinvolge e stravolge… perchè innanzitutto cambia dal profondo noi stesse!Grazie per la comunicazione che ci doni attravero queste pagine.Un abbraccio e TVB(Ma riusciremo prima o poi ad incontrarci?)

  6. Mah…..

    ♠ HærLey Qu¡nn
  7. Carissima Paola! grazia per questa bella testimonianza! E\’ vero convertirsi al Suo Amore vuol dire fidarsi di Dio e di quello che opererà nella mia vita e nella vita di chi incontro nel mio cammino!Ti auguro sempre tanto entusiasmo!UN grandissimo abbraccio! Ciao!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: